Strategie opzioni binarie: la guida

opzioni binarie strategiePer guadagnare con le opzioni binarie, oltre che formazione ed esperienza, è possibile provare ad utilizzare delle strategie messe a punto da altri traders. Online si trovano diverse guide e proposte, qui si riportano tre tra quelle più comuni, lasciando che sia il trader stesso a scegliere ed approfondire quella più interessante e verificarne la personale l’efficacia.

Qui di seguito trovi le migliori strategie per il trading binario che puoi mettere in atto con il broker numero 1 del settore, ossia 24option.

Strategie trading binario

Media mobile a 50 periodi: si ottengono guadagni grazie alla media mobile semplice, un indicatore utilizzato da sempre nel trading online, recentemente adattato al trading con le opzioni binarie. La media mobile prende in esame la media dei prezzi calcolata su determinati periodi e, nel caso delle opzioni binarie, si può adottare la media giornaliera. I trader che operano con questa strategia la ritengono maggiormente efficace alla scadenza delle 24 ore ma va utilizzata quando il mercato ha una direzione chiara, altrimenti si può alterare la media mobile dei prezzi generando falsi segnali.

Bande di Bollinger + RSI: questa strategia sfrutta le fasi estreme del mercato e prende in considerazione due indicatori (le cosidette bande di Bollinger): i livelli di iper-comprato e di iper-venduto dei prezzi, che possono rappresentare un segnale di inversione di tendenza di un asset. Quando il prezzo di un asset tocca la banda superiore siamo in una zona di iper-comprato e ciò può significare che a breve il prezzo potrebbe iniziare a scendere. Viceversa, quando il prezzo tocca la banda inferiore ci si aspetta che il movimento dei prezzi tenda ad invertire al rialzo. Si aggiunge poi l’oscillatore RSI che indica il trend dei prezzi in base a parametri stabiliti a priori: la sua media mobile oscilla tra due valori, uno posto a quota 80 e l’altro a quota 20. E’ importante non utilizzare l’oscillatore RSI da solo, ma sempre abbinato ad un altro indicatore.

Supporti e resistenze: sono da sempre i pilastri portanti dell’analisi tecnica e grazie ad essi è possibile stabilire dei livelli in cui il prezzo reagisce cambiando direzione. Il supporto è l’area in cui il prezzo, dopo un calo, è rimbalzato più volte invertendo la direzione; viceversa, la resistenza è l’area in cui il prezzo, dopo un rialzo, è stato respinto verso il basso più volte. Si consiglia di utilizzare questa particolare strategia su intervalli temporali lunghi, in modo da individuare più facilmente dei supporti e resistenze affidabili.

Strategie trading opzioni binarie veloci

Per guadagnare con le opzioni binarie, oltre che formazione ed esperienza, è possibile provare ad utilizzare delle strategie messe a punto da altri traders. Online si trovano diverse guide e proposte, qui si riportano altre tre tra quelle più comuni e utilizzate per fare trading in modo veloce, lasciando che sia il trader stesso a scegliere ed approfondire quella più interessante e verificarne la personale l’efficacia.

Long candle: la candela giapponese è un indicatore che rappresenta un’oscillazione di prezzo amplia in un intervallo di tempo definito, dove il prezzo di apertura (o chiusura) è molto più alto o basso. Questa situazione indica una presa di posizione di mercato. La long candle si applica in un contesto di inversione e serve per prevedere il cambio di tendenza. Si consiglia di applicare questa strategia a molti asset contemporaneamente anziché su pochi.

60 secondi: tra le strategie più remunerative, il brevissimo termine permette di affidarsi al trend di pochi minuti per un guadagno sorprendente. Nonostante il mercato sia più volatile e le variazioni siano meno prevedibili nel brevissimo anziché nel medio-breve termine, è possibile sfruttare altri indicatori (supporti e resistenze, oscillatore RSI, etc…) per prevedere l’andamento di un asset in un solo minuto. Non è proprio adatto ai principianti perché il rischio alto, ma il compenso per gli esperti è davvero soddisfacente.

One touch: si acquista questo genere di titoli nel weekend, a mercato chiuso e dopo una settimana è possibile avere guadagni che variano dal 200% sino al 550% dell’importo investito. Il broker imposta una soglia da raggiungere, possibile (ma poco probabile) e nel termine di una settimana, l’asset deve toccare anche solo per un istante quella quota per garantire un guadagno. E’ necessaria una buona analisi tecnica dell’asset per prevedere quanto la probabilità di raggiungere la quota sia fattibile, ma i profitti che si ricavano sono decisamente attraenti.

Dati macro economici: osservando determinati eventi finanziari della giornata, siano essi comunicati stampa, annunci di grandi aziende o dichiarazione politiche, si possono prevedere o attendere movimenti del mercato per un orario prestabilito. Si dovrà quindi verificare l’immediata conseguenza di un dato macro per fare operazioni che traggano vantaggio dal movimento del mercato.

Strategie di trading binario di medio periodo

Trend line di DeMark: sfruttando un sistema diverso di tracciare le linee di tendenza (o trend line), si ha un’analisi più oggettiva del trend di un asset e si può operare con più oculatezza. Le trend line sono delle rette che uniscono massimi e minimi in un determinato lasso di tempo (scelto soggettivamente) e vengono utilizzate per delimitare l’andamento della tendenza osservata. Esse possono essere rialziste (tendenza positiva) o ribassiste (tendenza negativa). Le trend line di DeMark sono uno specifico metodo di tracciatura, in cui il lasso di tempo considerato è piuttosto recente.

Pivot point: sono punti in cui il prezzo potrebbe rimbalzare e salire (o scendere). Esistono 4 pivot point: due di resistenza e due di supporto: calcolando le aree in cui si trovano, si può investire per sfruttare il cambio di tendenza. Tuttavia, va ricordato che, essendo livelli di prezzo giornalieri, questi punti possono essere toccati anche per più volte durante il corso della giornata ed è quindi suggeribile fare un’accurata analisi tecnica prima di operare.

Double up: questa funzione, disponibile sulla maggioranza delle piattaforme di opzioni binarie, offre la possibilità di replicare uno scambio già effettuato appena prima della chiusura, guadagnando il doppio. La strategia infatti consente al trader di aprire una posizione alle stesse condizioni della precedente, raddoppiando l’investimento iniziale, ma si può effettuare la richiesta solo prima della scadenza fissata dal broker. La difficoltà sta nel riconoscere il momento adatto per effettuare questa operazione, da parte del trader. Ovviamente, se l’operazione fallisce, si perderà il doppio di quanto investito.

Software robot: una strategia a margine è quella di usare software robot che calcolano e suggeriscono operazioni convenienti al posto del trader. E’ ovviamente uno strumento matematicamente preciso, ma soffre della mancanza di improvvisazione: in presenza di dati macro economici o di eventi imprevisti che scuotono il mercato, per esempio, i precisi calcoli algoritmici saranno vanificati a fronte di un nulla di fatto.